Comprare le recensioni su Amazon e scalare le classifiche: il Sunday Times svela tutto

Amazon-981x540

Arrivare in cima alle classifiche Amazon con il proprio libro? Semplice, basta pagare.

Questa la scoperta fatta dal Sunday Times: hanno realizzato un libro in due giorni – pieno di errori e refusi – e sono riusciti a farlo arrivare in cima alla classifica del Kindle Store grazie a moltissime recensioni positive. 

Il sistema è di per se molto semplice: basterebbe infatti affidarsi a veri e propri recensori di professione, e scegliere il giudizio che più preferiamo; alle tariffe singole vengono perfino applicati sconti nel caso di acquisto “all’ingrosso”: con 10 sterline vi beccate 3 recensioni positivissime, mentre con 56 sterline il libro del Sunday Times è arrivato in cima.

I recensori si accaparrano l’identità di altre persone, pescando a piene mani dai profili Facebook; ciò, ovviamente, non accade solo nel settore dei libri, ma anche in tutti gli altri.

Via

Annunci

3 thoughts on “Comprare le recensioni su Amazon e scalare le classifiche: il Sunday Times svela tutto

  1. Pingback: Pubblicità, recensioni e consigli: quanto contano per voi sull’acquisto di un libro? | Thomas De Faveri

  2. Probabilmente molti lo fanno, ma credo sia anche sensazionalismo da due soldi che offre spunti per tormentare gli altri a gente che non ha di meglio da fare.
    Mi spiego meglio.
    Può essere, (forse), vero in casi come questo di libro sconosciuto che balza in testa e si trova subito centinaia di recensioni, ma quanto può andare avanti?
    Un giorno, due? Un mese?
    Poi a meno che uno non sia miliardario la cosa finisce lì.
    La classifica di amazon si aggiorna di ora in ora, in caso non lo sappiate.
    Io mi sono ritrovata questo tipo di accuse, da persone che non “tolleravano” il loro libro da un anno avesse sei recensioni e il mio ne avesse trenta in due mesi.
    Magari queste persone, prima di sparare assurdità, potrebbero anche confrontare la propria posizione in classifica con quella di altri a lungo termine, chiedersi quanti libri abbiano venduto gli altri rispetto a loro.
    Se si parla di casi come questo, di un libro che magari sta al top sette giorni, (dico un numero di giorni a caso), poi sparisce, forse può anche essere vero, ma nei casi come il mio, o quello di altri autori meritevoli, in cui si trova un libro in classifica per quasi due anni fila… beh…sarebbe anche il caso di piantarla di spargere accuse a caso dettate solo dal voler a tutti i costi trovare un motivo sul perché qualcun altro venda più di noi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...