Recensione Dannati – Glenn Cooper

dannati-glenn-cooper

Seguo Glenn Cooper da oramai 6 anni, quando nel 2009 è uscito in Italia il primo romanzo della serie “La biblioteca dei morti“; devo ammettere, inoltre, di averlo seguito anche nelle successive pubblicazioni, sia della serie sopracitata che in altri romanzi, senza mai restare deluso. Anzi.

Sembra infatti che quest’uomo sia in grado di sfornare uno o due libri l’anno facendomi stare sempre incollato dalla prima all’ultima pagina.

Il libro di cui voglio parlarvi oggi fa parte di una nuova serie, un’intuizione che non tutti sarebbero riusciti a gestire, ma interessante e contagiosa nel modo più assoluto: ambientare la storia all’Inferno.

Parliamo infatti di Dannati, un libro pubblicato nel 2014 da Nord in Italia. Ecco la trama:

Lo chiamano Oltre. Alcuni sono appena arrivati in quel mondo così simile al nostro eppure così diverso. Altri invece sono lì da secoli e sono ormai indifferenti alla perenne coltre di nubi che nasconde il sole e all’atmosfera cupa che li circonda. Ma ognuno di loro condivide lo stesso destino: dopo essere morti, sono stati condannati per l’eternità. Sia che abbiano scritto a caratteri di fuoco il loro nome nel grande libro della Storia – tiranni sanguinari, sovrani spietati, criminali di guerra – sia che nel corso della loro oscura esistenza si siano macchiati di colpe incancellabili, adesso sono tutti relegati in quel luogo maledetto. Tutti, tranne John Camp. Lui è “vivo”, ed è lì per sua scelta. Perché ha giurato di salvare la donna che ama. Durante un audace esperimento di fisica delle particelle, la dottoressa Emily Loughty è scomparsa nel nulla e, quando si è deciso di ripetere il procedimento per capire cosa fosse successo, John si è posizionato nel punto esatto in cui lei era sparita e… in un attimo è stato catapultato nel mondo chiamato Oltre. E ora deve affrontare il male assoluto per ritrovare Emily e riportarla indietro. Ma il tempo a sua disposizione è poco, e tutti e due rischiano di rimanere per sempre prigionieri nella terra dei Dannati…

Di certo Cooper non si è scelto una trama semplice per questo suo lavoro, anche se l’abilità dimostrata negli altri romanzi faceva ben sperare. In molti sono rimasti delusi da questo libro, così “diverso” da quello che erano state le precedenti pubblicazioni.

Io, però, mi permetto di dissentire. Anzi, sono stato felice di questo cambio di rotta; potrete trovarlo un controsenso, perché nelle prime righe di questa recensione ho ammesso di aver apprezzato molto i suoi primi romanzi (e anche quelli dopo). Ed è proprio per questo che sono stato colpito ancora di più dalla capacità di questo autore di cambiare rotta, magari leggermente, sopratutto in fatto di trama.

Eh si, perché l’Inferno è il punto più irreale che Cooper ha introdotto nei suoi romanzi. Un Inferno inospitale, diverso da quello dantesco, ma allo stesso tempo capace di far sentire ancora di più il “malessere” del luogo, incrementato dall’assenza: è questo che rende l’Oltre così come l’ho percepito. L’assenza di gioia, certo, ma anche l’assenza di bambini, l’assenza di fede, l’assenza di speranza…

I personaggi sono sempre ben credibili e ben costruiti, e Cooper si conferma portatore di una certa abilità. Interessante anche vedere come sia riuscito ad affrontare in modo credibile la trattazione del buco inter-dimensionale dovuto all’acceleratore di particelle, che quasi quasi non vorrei accadesse pure a Ginevra.

Una storia che fila, su due universi paralleli ma così legati da essere uno la faccia dell’altro; da una parte la Terra, con la vita che conosciamo, dall’altra l’Inferno, con ciò che non vorremo mai conoscere.

L’incontro con personaggi storici, poi, visti sotto un altro punto di vista, mentre vivono nuove vite oltre quella che già hanno vissuto e che noi conosciamo.

Insomma, in questo libro non manca proprio nulla, e se dovesse piacervi sappiate che potrete contare su ben altri 2 libri successivi (uno in uscita in questo periodo). Un libro che mi ha spinto ad attendere il seguito, un libro che mi ha convito e che mi è piaciuto.

VOTO: 8/10

Annunci

One thought on “Recensione Dannati – Glenn Cooper

  1. Pingback: Glenn Cooper torna in Italia: ecco date e luoghi | Thomas De Faveri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...